Giovedì, 17 Agosto 2017

Aida (di) Muti

Aggiunto il 10 Agosto, 2017

Annunciata come l’evento dell’anno, del decennio, del secolo, della storia, insomma preceduta a Salisburgo da un battage mediatico senza precedenti o quasi, questa Aida rischiava di essere un clamoroso flop o un trionfo senza precedenti, insomma senza via di mezzo. Proposta fastidiosamente come l’unica Aida possibile e immaginabile, l’unica che rispettasse le indicazioni, l’unica mai eseguita correttamente fino ad ora, insomma proposta come l’Aida di Muti (saltuariamente come quella di Verdi). Per chi però conosce Salisburgo e il suo festival è facilmente comprensibile: Muti qui è venerato...

Categoria: Backstage

La Clemenza di Tito a Salisburgo – di Francesco Brigo

Aggiunto il 01 Agosto, 2017

La Clemenza di Tito in scena in questi giorni al Festival Estivo di Salisburgo sta facendo molto discutere per la decisione di interpolare alcuni brani tratti da composizioni sacre di Mozart, come il Kyrie dalla Messa di Requiem o il Benedictus e il Laudamus Te dalla “Grande Messa” in do minore, e per la drastica riduzione dei recitativi. Scelte che hanno fatto gridare allo scandalo soprattutto chi, questa Clemenza, non l´ha vista. Raramente come in questo spettacolo si è vista una simile coesione (quasi interdipendenza, verrebbe da dire) tra parte musicale, concezione registica e rappresentazione...

Categoria: Backstage

L´Incoronazione di Poppea a Salisburgo – di Francesco Brigo

Aggiunto il 31 Luglio, 2017

Direzione: John Eliot Gardiner; regia: Elsa Rooke, John Eliot Gardiner. Cast: Hana Blažíková, Poppea / Fortuna; Kangmin Justin Kim, Nerone; Marianna Pizzolato, Ottavia; Gianluca Buratto, Seneca; Carlo Vistoli, Ottone; Anna Dennis, Drusilla / Virtù / Pallade; Lucile Richardot, Arnalta / Venere; Silvia Frigato, Amore / Valletto; Gareth Treseder, Soldato I; Zachary Wilder, Lucano / Liberto; Francesca Boncompagni, Damigella; John Taylor Ward, Mercurio / Littore; Michał Czerniawski, Nutrice; Robert Burt, Soldato II. Orchestra e coro: The English Baroque Soloists; Monteverdi Choir. Rappresentazione...

Categoria: Backstage

Il trionfo del tempo e del disinganno

Aggiunto il 22 Luglio, 2017

“Il Trionfo del Tempo e del Disinganno” è l’Alpha e l’Omega della produzione di Handel nel campo dell’oratorio, non foss’altro che per questioni puramente storiche e biografiche. Fu il primo tra i suoi oratori, composto a Roma nel 1707 su testo del cardinale Benedetto Pamphilj, all’età di 22 anni, e – nella sua versione riveduta e tradotta in inglese – fu anche il suo ultimo oratorio, datato 1757, con il titolo di “The Triumph of Time and Truth”. Nel mezzo c’è anche un’ulteriore versione in italiano, intitolata “Il Trionfo del Tempo e della Verità”, del 1737. Handel era perfettamente...

Categoria: Barocco

 

Chi siamo

Questo sito si propone l'ambizioso e difficile compito di catalogare le registrazioni operistiche ufficiali integrali disponibili sul mercato, di studio o dal vivo, cercando di analizzarle e di fornirne un giudizio critico utile ad una comprensione non sempre agevole.