Boris Godunov londinese

recensioni e commenti di spettacoli visti dal vivo

Moderatori: DocFlipperino, DottorMalatesta, Maugham

Boris Godunov londinese

Messaggioda VGobbi » mer 06 apr 2016, 1:15

Nessuno ha visto il tanto atteso Boris di Terfel con la direzione di Pappano?
Nemmeno noi siamo d'accordo con il gobbo, ma il gobbo è essenziale! Guai se non ci fosse!
Avatar utente
VGobbi
 
Messaggi: 2455
Iscritto il: gio 05 apr 2007, 20:49
Località: Verano Brianza

Re: Boris Godunov londinese

Messaggioda dollarius@libero.it » mer 06 apr 2016, 7:23

Questo .....



Magari.....
baci baci
Irina
dollarius@libero.it
 
Messaggi: 281
Iscritto il: ven 18 feb 2011, 8:54

Re: Boris Godunov londinese

Messaggioda dollarius@libero.it » mer 06 apr 2016, 7:25



Ho trovato questo sul tubo.
Irina
dollarius@libero.it
 
Messaggi: 281
Iscritto il: ven 18 feb 2011, 8:54

Re: Boris Godunov londinese

Messaggioda reysfilip » mer 06 apr 2016, 8:56

Oddio grazie Irina! Almeno non devo scaricarlo dai russi :mrgreen:
Tra l'altro devo fare ammenda ma del Boris non conosco nemmeno una nota :oops:
Avatar utente
reysfilip
 
Messaggi: 450
Iscritto il: sab 09 feb 2013, 11:49
Località: Firenze/Pisa

Re: Boris Godunov londinese

Messaggioda VGobbi » mer 06 apr 2016, 12:37

reysfilip ha scritto:Tra l'altro devo fare ammenda ma del Boris non conosco nemmeno una nota :oops:

Ma scherzi??? Questa è la mia classica opera da top ten. Immenso capolavoro, dove per fortuna ci hanno lasciato registrazioni discografiche memorabili, partendo da quello storico di Chaliapin, passando per l'espressionista Pigorov e il dolentissimo Reizen, senza dimenticare lo statuario Christoff, il complessato Vedernikov, il monumentale Petrov, il regale Ghiaurov od il fragile Kotcherga. Credimi, non mancheranno Boris che potranno soddisfare la tua sete di conoscenza. :wink:
Nemmeno noi siamo d'accordo con il gobbo, ma il gobbo è essenziale! Guai se non ci fosse!
Avatar utente
VGobbi
 
Messaggi: 2455
Iscritto il: gio 05 apr 2007, 20:49
Località: Verano Brianza

Re: Boris Godunov londinese

Messaggioda DottorMalatesta » mer 06 apr 2016, 12:54

A considerare la durata si tratta di un´edizione senza atto polacco. Mi par di capire che ultimamente vada di moda così (anche a Monaco, UrBoris).

DM
Un solo punto di vista è la vista di un solo punto
Avatar utente
DottorMalatesta
Moderator
 
Messaggi: 2696
Iscritto il: gio 12 lug 2012, 13:48

Re: Boris Godunov londinese

Messaggioda VGobbi » mer 06 apr 2016, 13:47

DottorMalatesta ha scritto:A considerare la durata si tratta di un´edizione senza atto polacco. Mi par di capire che ultimamente vada di moda così (anche a Monaco, UrBoris).

DM

Confermo.
Nemmeno noi siamo d'accordo con il gobbo, ma il gobbo è essenziale! Guai se non ci fosse!
Avatar utente
VGobbi
 
Messaggi: 2455
Iscritto il: gio 05 apr 2007, 20:49
Località: Verano Brianza

Re: Boris Godunov londinese

Messaggioda beckmesser » mer 06 apr 2016, 14:16

Io e il divino Maugham l’abbiamo visto qualche settimana fa a Londra. Circa l’esito, tutto dipende dai punti di vista: se lo si considera in sé, è stato un bellissimo spettacolo; se lo si considera sulla base delle aspettative create dai nomi in ballo, non è stato del tutto all’altezza.

La regia sarebbe bellissima se firmata da uno chiunque; essendo firmata da Jones, delude. Stupenda scena fissa suddivisa in piani, cosa che consentiva lo svolgersi di due scene contemporanee: il piano superiore adibito al “privato” di Boris e del potere, quello inferiore al popolo e alla vita pubblica. Ma tutto finiva lì: un Boris tutto sommato normalissimo, se si toglie la ripetuta scena onirica dell’omicidio del piccolo Dimitri ad opera dei tre sicari… Trattandosi di uno dei 2 o 3 più grandi registi viventi, un po’ poco…

Pappano ha diretto benissimo: sonorità morbidissime (a tratti sembrava la versione Rimsky, tanto “suonava” bene), splendida tenuta narrativa, colori calibratissimi, ma… ma come spesso mi accade quando Pappano affronta opere dall’enorme complessità di significati, non ho capito cosa il Boris sia per lui…

Terfel è stato l’unico elemento eccezionale della serata, ma resta il rimpianto di non poterlo sentire nella versione assai più complessa della scena al Cremlino: tuttavia la scena della morte (tutta cantata senza il minimo ricorso al parlato), è stata mozzafiato.

Bene il resto del cast, ma nell’Urboris, si sa, non ci sono caratteri che escano dalla tappezzeria…

In sintesi, un gran bel Boris, ma che non fissa nessuna tappa significativa nella storia interpretativa di quest’opera…

Saluti,

Beck
beckmesser
 
Messaggi: 332
Iscritto il: gio 03 mag 2007, 9:10

Re: Boris Godunov londinese

Messaggioda VGobbi » gio 07 apr 2016, 19:11

Anche per me questo Boris non fissa nessuna tappa significativa interpretativa di quest'opera, ma con motivazioni diverse da Beckmesser. La causa, a mio modesto parere, è proprio il Boris di Terfel, gigantesco attorialmente, quanto vocalmente a disagio, tale da mancare il personaggio. In un certo senso, Terfel mi ricorda Talvela, altro grandissimo basso ma che come Boris ha mostrato un'inadeguatezza interpretativa.

Mi è piaciuta tantissima la direzione di Pappano e la regia di Jones.

Una parola per l'intramontabile Tomlinson nei panni di Varlaam. All'uscita del proscenio, ha ricevuto uno dei più calorosi applausi, tra i cantanti. Non aggiungo altro. : Love :
Nemmeno noi siamo d'accordo con il gobbo, ma il gobbo è essenziale! Guai se non ci fosse!
Avatar utente
VGobbi
 
Messaggi: 2455
Iscritto il: gio 05 apr 2007, 20:49
Località: Verano Brianza


Torna a visto a teatro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 0 ospiti

cron