Albert Herring (Britten)

recensioni e commenti di spettacoli visti dal vivo

Moderatori: DocFlipperino, DottorMalatesta, Maugham

Albert Herring (Britten)

Messaggioda reysfilip » sab 28 mag 2016, 11:56

FIRENZE 2016

Ieri sera sono andato al Teatro della Pergola per vedere l'ultima opera di questo scarso 79° Festival del Maggio Musicale Fiorentino. Albert Herring non è di quelle opere che si vedono tutti i giorni nei teatri, specialmente in Italia dove di Britten è già tanto vedere programmato un titolo all'anno su tutto il territorio nazionale. Non nutrivo grandi attese su questa produzione, ma sono uscito da teatro entusiasta.
In primis per la regia di Alessandro Talevi, di cui già vidi due anni fa l'amore delle tre melarance (ultima opera programmata nel vecchio teatro comunale). Talevi fa emergere il lato grottesco di questa commedia rendendola assimilabile a certi lavori teatrali che smontano tutti i classici stilemi della borghesia inglese, come certo Wilde o Ionesco. Talevi sa sfruttare benissimo i climax narrativi e musicali (uno su tutti la citazione del Tristan) e lo spettacolo scorre fluido con un ritmo che non capita di vedere spesso negli spettacoli d'opera dalle nostre parti. Bellissime anche le luci di Matthew Haskins e le scenografie di Madeleine Boyd che sfruttavano tutta la profondità del palco della Pergola creando effetti abbastanza distorsivi.
Questo è stato possibile anche da una discreta compagnia di interpreti, in primis Sam Furness nel title-role che, anche se all'inizio manca un po' di innocenza, cesella i suoi monologhi con variazioni di colore e di intenzioni splendide. Speriamo di ri-vederlo e ri-sentirlo presto.
Bravissimi tutti gli altri della compagnia comprese le uniche due non inglesi (Manuela Custer come Mrs Herring, e la Sborgi come Florence) e i tre ragazzini, tra cui Nicholas Challier come Harry si è dimostrato attore consumatissimo. Unico difetto nella compagnia è stato forse la Lady Billows della Boylan: scenicamente perfetta, non ha fatto danni vocalmente, ma l'ho sentita un po' in difficoltà.
Dirigeva Jonathan Webb che ha il monopolio britteniano da queste parti e non solo. Comunque ha diretto bene, con precisione, ritmo teatrale, creando un ottimo tappeto per le voci che non sono mai state coperte, e risultando ottimo anche negli intermezzi che Talevi ha reso delle vere e proprie pantomime, una più suggestiva dell'altra.
Insomma, chi può, ci faccia un salto perché merita davvero ed era da un po' che non vedevo uno spettacolo così bello in tutte le sue componenti.
Avatar utente
reysfilip
 
Messaggi: 450
Iscritto il: sab 09 feb 2013, 11:49
Località: Firenze/Pisa

Re: Albert Herring (Britten)

Messaggioda LeProphete » lun 30 mag 2016, 8:37

Ciao Filippo, grazie della recensione perchè purtroppo non sono riuscito a venire a veder questo spettacolo... :(
LeProphete
 
Messaggi: 178
Iscritto il: mer 16 mar 2016, 15:07


Torna a visto a teatro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 0 ospiti