Otello - ROHCG - Kaufmann/Pappano

recensioni e commenti di spettacoli visti dal vivo

Moderatori: DocFlipperino, DottorMalatesta, Maugham

Otello - ROHCG - Kaufmann/Pappano

Messaggioda DocFlipperino » lun 26 giu 2017, 9:36

Il tempo del grande debutto è arrivato.
Jonas Kaufmann alle prese con l'Otello di Verdi.
Sentito in radio nella recita del 21 ma ho ancora una opinione troppo frammentaria per poterne scrivere compiutamente (anche perchè mi è rimasta impressa nella mente solo la direzione di Pappano e la Desdemona di Maria Agresta, quindi qualcosa non mi sembra essere andato nel verso giusto....). Attendo però di vederlo al cinema per capire meglio.
Lo spettacolo sarà trasmesso nei cinema anche in italia mercoledì 28 giugno alle ore 20.15
Qui l'elenco delle sale. http://www.nexodigital.it

Qualcuno di voi ci sarà?
-------------------------
è in arresto. sì! all'ottavo piano....
Avatar utente
DocFlipperino
Moderator
 
Messaggi: 749
Iscritto il: gio 08 mag 2014, 11:11

Re: Otello - ROHCG - Kaufmann/Pappano

Messaggioda biancano » lun 26 giu 2017, 17:51

io sabato prossimo
biancano
 

Re: Otello - ROHCG - Kaufmann/Pappano

Messaggioda beckmesser » lun 26 giu 2017, 18:44

Saluti a tutti e ben ri-trovati. Ho visto questo Otello alla seconda recita, sabato sera. Spettacolo non completamente riuscito.

Dopo diverse prove quantomeno interlocutorie, Kaufmann ha affrontato una sfida del genere da par suo: grande interpretazione. In piena forma, ha affrontato con percepibile prudenza il primo atto, per poi prendere quota fino ad un finale davvero emozionante. D’accordo, siamo più o meno agli antipodi di quanto (secondo me) la vocalità di Otello esigerebbe; ma lo scavo sulla parola è fenomenale, la capacità di costruire un personaggio che si evolve costantemente è impressionante. Di più, non c’è un solo momento (nemmeno in un ruolo del genere) in cui il personaggio viene piegato alle velleità del tenore: tutto è ri-pensato, meditato, costruito, come nelle maggiori prove che di Kaufmann si ricordano. Poi (ma questa è mia personale convinzione) il personaggio di Otello, pur con tutta la sua appariscente drammaturgia, è ben lungi dall’essere coerentemente costruito, e lascia sempre qualcosa di vagamente indefinito. Ma la progressione psicologica del second’atto e il monologo del terzo restano fenomenali.

Il problema è che doveva fare tutto da solo. O meglio, aveva l’appoggio di una splendida direzione, ma era una direzione puramente “narrativa” (come quasi sempre avviene con Pappano alle prese con Verdi). Belle sonorità, tempi velocissimi, atmosfere interessanti: ma cosa sia l’Otello di Verdi per Pappano, non l’ho capito.

Lo spettacolo è semplicemente inesistente: nessuna idea, nessuna capacità di muovere i personaggi (e lasciamo stare il coro), nemmeno un misero tentativo di raccontare una storia. Niente di niente: solo una serie di scene senza un filo conduttore, e ciascuno faccia quel che gli pare. E per un personaggio di questo calibro, persino per Kaufmann è dura costruire un vero personaggio senza nessun aiuto registico.

Terribilmente a disagio nella parte bassa della tessitura (che è tanta e tanto importante…) la Agresta, che tuttavia se la cava più che bene, pur considerando che il personaggio è quello che è… Mi ha sorpreso Vratogna: che ricordavo come Otello muscolare e noioso in altre occasioni, mentre qui ha cercato soluzioni inedite e originali. Insomma: non si capiva bene dove volesse andare, ma almeno cercava di andare da qualche parte.

In sintesi: Kaufmann tratteggia un personaggio dalle grandissime potenzialità, ma da riprovare in un contesto più felice. Cosa che, considerando la sua agenda, non credo avverrà molto presto…

Saluti,

Beck
beckmesser
 
Messaggi: 332
Iscritto il: gio 03 mag 2007, 9:10

Re: Otello - ROHCG - Kaufmann/Pappano

Messaggioda DocFlipperino » mer 28 giu 2017, 9:01

beckmesser ha scritto:Saluti a tutti e ben ri-trovati.
Beck


ma ben ritrovato a te :D
-------------------------
è in arresto. sì! all'ottavo piano....
Avatar utente
DocFlipperino
Moderator
 
Messaggi: 749
Iscritto il: gio 08 mag 2014, 11:11

Re: Otello - ROHCG - Kaufmann/Pappano

Messaggioda DocFlipperino » gio 29 giu 2017, 17:35

In home page alcune impressioni "cinematografiche"

http://www.operadisc.com/vis_tutto_backstage.php?idback=175
-------------------------
è in arresto. sì! all'ottavo piano....
Avatar utente
DocFlipperino
Moderator
 
Messaggi: 749
Iscritto il: gio 08 mag 2014, 11:11

Re: Otello - ROHCG - Kaufmann/Pappano

Messaggioda DottorMalatesta » gio 29 giu 2017, 19:35

Da quanto mi sembra di capire leggendo quanto scrive l´amico Flip in Kaufmann si comincia a sentire un po` di fatica. Anche beckmesser ha avuto la stessa impressione ascoltandolo dal vivo?

DM
Un solo punto di vista è la vista di un solo punto
Avatar utente
DottorMalatesta
Moderator
 
Messaggi: 2696
Iscritto il: gio 12 lug 2012, 13:48

Re: Otello - ROHCG - Kaufmann/Pappano

Messaggioda beckmesser » ven 30 giu 2017, 9:45

DottorMalatesta ha scritto:Anche beckmesser ha avuto la stessa impressione ascoltandolo dal vivo?


no, non direi, al contrario... devo dire che alcune prove non proprio esaltanti mi ha stupito per la sicurezza che ha mostrato e per la sagacia con cui ha adattato l'emissione alla natura della parte. Poi, è chiaro, in alcuni passaggi si notava prudenza ed in altri fatica, ma in quale interprete di Otello non li si è percepiti?

Beck
beckmesser
 
Messaggi: 332
Iscritto il: gio 03 mag 2007, 9:10

Re: Otello - ROHCG - Kaufmann/Pappano

Messaggioda Enrico » ven 30 giu 2017, 18:32

Enrico B.
Enrico
 
Messaggi: 1019
Iscritto il: mar 17 nov 2009, 17:34

Re: Otello - ROHCG - Kaufmann/Pappano

Messaggioda DottorMalatesta » mar 04 lug 2017, 17:44



Qui mi sembra davvero eccellente.

Qui invece la Agresta:





DM
Un solo punto di vista è la vista di un solo punto
Avatar utente
DottorMalatesta
Moderator
 
Messaggi: 2696
Iscritto il: gio 12 lug 2012, 13:48

Re: Otello - ROHCG - Kaufmann/Pappano

Messaggioda pbagnoli » dom 09 lug 2017, 21:07

Ascoltato e riascoltato (e visto, ovviamente), posso dire che non mi è piaciuto per niente. Per quanto mi concerne, prestazione di livello molto basso. E' come se avesse fatto Otello perché proprio non poteva fare a meno di farlo.
A parte il contesto deprimente - compagni di viaggio, direttore, tutto - ciò che lascia sconcertati è la banalità delle scelte interpretative. In Radames era stato infinitamente più interessante e rivoluzionario.
E poi gli acuti: ragazzi, dal si bemolle in su è un casino. E Otello senza gli acuti non lo fai.
No, non ci siamo per niente, mi spiace
"Dopo morto, tornerò sulla terra come portiere di bordello e non farò entrare nessuno di voi!"
(Arturo Toscanini, ai musicisti della NBC Orchestra)
Avatar utente
pbagnoli
Site Admin
 
Messaggi: 4006
Iscritto il: mer 04 apr 2007, 19:15

Re: Otello - ROHCG - Kaufmann/Pappano

Messaggioda VGobbi » dom 09 lug 2017, 23:13

Eppure almeno sulla carta, Kaufmann poteva essere un Otello storico.
Nemmeno noi siamo d'accordo con il gobbo, ma il gobbo è essenziale! Guai se non ci fosse!
Avatar utente
VGobbi
 
Messaggi: 2455
Iscritto il: gio 05 apr 2007, 20:49
Località: Verano Brianza

Re: Otello - ROHCG - Kaufmann/Pappano

Messaggioda biancano » lun 10 lug 2017, 18:39

pbagnoli ha scritto:Ascoltato e riascoltato (e visto, ovviamente), posso dire che non mi è piaciuto per niente. Per quanto mi concerne, prestazione di livello molto basso. E' come se avesse fatto Otello perché proprio non poteva fare a meno di farlo.
A parte il contesto deprimente - compagni di viaggio, direttore, tutto - ciò che lascia sconcertati è la banalità delle scelte interpretative. In Radames era stato infinitamente più interessante e rivoluzionario.
E poi gli acuti: ragazzi, dal si bemolle in su è un casino. E Otello senza gli acuti non lo fai.
No, non ci siamo per niente, mi spiace


quindi Domingo che Otello era?.....inesistente?
il problema di Kaufmann in Otello (sentito in loco domenica 2) non erano certo gli acuti che erano anzi raggiunti con un discreto agio ma direi la mancanza di accento incisivo nei passi più concitati e drammatici
biancano
 

Re: Otello - ROHCG - Kaufmann/Pappano

Messaggioda VGobbi » lun 10 lug 2017, 23:36

Strano Biancano! Non avrei mai detto che il problema di Kaufmann fosse l'accento.

Hai fatto inoltre una giusta osservazione su Domingo, sicuramente Otello storico non certo per il suo registro acuto che è stato a dir poco "corto" o per lo meno molto elaborato.
Nemmeno noi siamo d'accordo con il gobbo, ma il gobbo è essenziale! Guai se non ci fosse!
Avatar utente
VGobbi
 
Messaggi: 2455
Iscritto il: gio 05 apr 2007, 20:49
Località: Verano Brianza


Torna a visto a teatro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 1 ospite